Eppendorf BioPhotometer® D30

Image – BioPhotometer D30 front
Image – VIS Cuvette macro
Image – photometric measurement Application Note 279
Image – VIS Cuvette semi-micro
Image – µCuvette G1.0
Image – BioPhotometer D30 µCuvette
Image – UVette light paths_white
Image – BioPhotometer D30 workflow 02
Image – BioPhotometer D30 front
Image – VIS Cuvette macro
Image – photometric measurement Application Note 279
Image – VIS Cuvette semi-micro
Image – µCuvette G1.0
Image – BioPhotometer D30 µCuvette
Image – UVette light paths_white
Image – BioPhotometer D30 workflow 02
Eppendorf BioPhotometer® D30

UV/Vis è il vostro standard?
Eppendorf BioPhotometer D30 è la terza generazione della consolidata linea BioPhotometer di Eppendorf. Questo compatto strumento processa in modo chiaro i dati, registra a lunghezze d'onda fisse e rende la valutazione dei risultati rapida e semplice. Per metodi specifici, le misurazioni aggiuntive sono registrate e visualizzate in forma di grafico, rendendo così più semplice e rapida l'identificazione delle impurità. Maggiori informazione

Ordina adesso

Informazione prodotto

Eppendorf BioPhotometer D30 è la terza generazione degli spettrofotometri Eppendorf a diventare uno standard riconosciuto nell'ambito delle scienze biologiche. Le lunghezze d'onda predefinite di routine sono facilmente selezionabili, consentendo una programmazione rapida e semplice. Gli utenti sono guidati in ogni passaggio del saggio con istruzioni brevi e semplici su schermo. La lampada allo xeno ultrastabile non richiede un tempo di riscaldamento e la misurazione può essere effettuata tipicamente in 5 secondi. I dati grezzi e i dati elaborati sono presentati in modo chiaro sull'ampio schermo a colori e possono essere esportati direttamente dall'apparecchio in diversi formati comuni. Le cuvette UVette® monouso di Eppendorf consentono di misurare campioni di soli 50 Eppendorf µCuvette® G1.0 µL e la µCuvetta di Eppendorf riduce oltremodo questa quantità arrivando a 1,5 µL di campione.

La purificazione degli acidi nucleici è un'applicazione importante nei laboratori di biologia molecolare. La purezza e l'omogeneità dei campioni sono considerazioni importanti per le applicazioni susseguenti. In pratica, gli acidi nucleici vengono purificati grazie alla disponibilità di kit commerciali che permettono la separazione della maggior parte dei componenti cellulari. Tuttavia, la presenza di proteine o altri componenti organici nell'eluato potrebbe non essere completamente eliminata.
Quando si effettua la purificazione degli acidi nucleici senza kit, si presentano rischi di contaminazione aggiuntivi, dovuti alle sostanze chimiche utilizzate nel processo, ad es. fenolo o etanolo. Per assicurare la contaminazione minima del campione, è essenziale verificarne la purezza mediante misurazioni fotometriche.
I rapporti dei valori di assorbanza alle lunghezze d'onda di 230 nm, 260 nm e 280 nm (260nm/230nm e 260nm/280nm), forniscono un'immagine chiara della purezza di un campione di acido nucleico. I seguenti valori rappresentano un campione di DNA puro:
A260/A230  ≥ 2,0
A260/A280  = 1,8 – 2,0

Vi affidate a dati grezzi?


In generale, la purezza di una soluzione di DNA è facilmente definita tramite indici di purezza. Un livello di purezza ridotto può essere attribuito al fatto che il campione è solubilizzato in acqua invece che in un tampone. Visto che l'acqua e il tampone hanno proprietà diverse, questa disparità inciderà sull'assorbanza del campione misurato.
Per questo motivo, BioPhotometer D30 è in grado di registrare una "scansione di purezza" che rappresenta graficamente le proprietà di assorbanza di un campione, permettendo così un controllo visivo di qualità rapido e semplice.

Risultati
Inoltre, tutti i dati grezzi più importanti del campione di DNA sono riportati in una tabella. In via opzionale, la tabella può elencare gli indici di purezza (A260/A230 e A260/A280), i valori di assorbanza (dati grezzi), nonché l'assorbanza di fondo, ad es. a 320 nm.
Così, i due formati di visualizzazione dei dati si complementano alla perfezione per permettere di valutare la qualità del campione di DNA.

Eppendorf BioPhotometer® D30

Infastidito da un uso scomodo?
L'ergonomia va ben oltre la "sedia dal design ergonomico". Già nei primi anni '70 Eppendorf ha iniziato ad ottimizzare i dispositivi di laboratorio per quanto riguarda l'ergonomia.
Nel 2003 abbiamo avviato il PhysioCare Concept, concentrandoci sui dispositivi ergonomici per la gestione dei liquidi come le nostre pipette.
Oggi, il concetto PhysioCare di Eppendorf si amplia fino ad includere altri prodotti di laboratorio come soluzione olistica per armonizzare il flusso di lavoro del laboratorio con la salute e il benessere, ad esempio per il Eppendorf BioSpectrometer:

› Software guidato per una facile gestione
› Indicazioni chiare sul fusto della cuvetta per una comoda manipolazione
› Tasti diretti per una comoda gestione
› Ingombro ridotto per consentire la posizione nel braccio diretto a portata di mano al vostro banco
› Concetto standardizzato di "interfaccia utente" per una gestione intuitiva dei dispositivi

Ulteriori informazioni sul concetto Eppendorf PhysioCare:
www.eppendorf.com/physiocare/

Eppendorf BioPhotometer® D30

Siete in difficoltà con la documentazione cartacea?


eLABJournal Electronic Lab Notebook costituisce una soluzione intuitiva e flessibile per documentare la vostra ricerca e tracciare i dati di ricerca come ad esempio i valori che si basano su BioSpectrometer. Migliorate l'efficienza quando documentate, organizzate, ricercate e archiviate i dati raccolti. eLABJournal add-onsCon gli add-on gratuiti di eLABJournal, potete estendere la funzionalità di eLABJournal a un sistema informativo e gestionale per laboratori completamente integrato.Laboratory Information Management System

Richiedete una prova gratuita di 30 giorni! Visitate il sito www.eLABJournal.com

Eppendorf BioPhotometer® D30

Caratteristiche

  • Misurazioni dell'assorbimento per una o più lunghezze d'onda fisse
  • Scansione per applicazioni UV specifiche con rapporti di purezza automaticamente determinati
  • Applicazioni preprogrammate per un rapido avvio e applicazioni con analisi per fattore, standard o serie di standard
  • Memoria integrata dei risultati e delle applicazioni
  • Procedura software guidata per minimizzare gli errori
  • Compatibile con celle di misurazione standard, per volumi semi-micro e microvolumi
  • Lunghezze d'onda fisse senza parti mobili per una lunga vita utile
  • Autotest integrato e cronologia della calibrazione per la documentazione
  • Trasferimento dei dati attraverso interfaccia USB, Ethernet o via e-mail e stampa diretta dei risultati
  • Trasferimento di dati come screenshot *.PNG, file Microsoft® Excel® o Secure PDF tramite chiavetta USB standard o via e-mail

Applicazioni

  • Quantificazione di acidi nucleici
  • Quantificazione diretta delle proteine (UV 280  nm)
  • Misurazione del microvolume attraverso µCuvette G1.0 per campioni ad alta concentrazione
  • Misurazione della crescita batterica (OD 600)
  • Saggi colorimetrici per la quantificazione delle proteine, ad es. BCA, Bradford, Lowry
  • 340 nm: saggi endpoint con utilizzo di NADPH o NAPH
  • 405 nm: saggi endpoint con utilizzo di paranitrofenolo
  • 490 nm: saggio endpoint di citotossicità
  • Misura di trasmissione
Eppendorf BioPhotometer® D30
Video: Eppendorf BioPhotometer® D30 – Video – University of East London

Potresti anche considerare